Poro Zingaretto


Me fa pena er poro Zingaretto
ch’è caduto male giù dal letto
quanno in sogno j’hanno detto
che segretario è stato eletto.

Mo’ – fa lui – come me metto?
Che te tiro fora dar beretto?
Ciò solo idee ‘n tanto all’etto
che vo’ dì nun avé progetto.

Aumento la paga all’onorevoli
così che m’ ‘i faccio tutti amici?
Ma eccoche ‘na pentola de facioli
me costringe a dì: veni, vidi e vici.

Deve pure stacce quarche soluzione,
quarcosa che fa rima co’ rivoluzione:
e che cazzo! eravamo ‘n partitone
e semo bolliti come er minestrone.

Sai che tico, poro Zingaretto?
Co’ quer nome mettete l’elmetto
e nun te illude de fa er capetto:
d’espiazione tu sei ‘r capretto!

di Enrico Bernard

Sull'Autore

Avatar

Libertates è un blog di cultura liberale e democratica, valori nei quali crediamo ed intendiamo promuoverli nella società civile.

Post correlati