La tragedia di Firenze e i controlli?: una proposta

Data:


Dopo una tragedia del genere si sentono ripetere le solite cose: richiesta di pene maggiorate, divieti vari, il tutto condito da retorica spesso gratuita.
Ma le leggi e i controlli esistono e sono leggi europee valide per tutta Europa: perché negli altri Paesi le morti sul lavoro sono molto meno? Perché i controlli non si fanno o sono meramente formali e burocratici?
Non esiste in ogni cantiere un responsabile della sicurezza che avrebbe il compito di controllare tutti i lavori, siano essi eseguiti in subappalto o meno? Oppure si limita a compilare moduli?
E’ un esempio purtroppo di un problema italiano: tanta burocrazia, tanti controlli formali e poi ognuno fa quello che vuole: occorrono controlli effettivi e sul campo, prevenzione e non condanne a posteriori (forse) dopo anni: un comportamento che non ridà certo la vita a chi l’ha persa per guadagnarsi un tozzo di pane.
E allora:

  • subappalti limitati a un unico livello per evitare i subappalti a cascata (fino a cinque passaggi) che permettono a ogni livello di guadagnare subappaltando ad altri senza fare alcun lavoro e con l’impresa che effettivamente fa il lavoro costretta margini risicati tali da costringerla a violare la legge pur di vivere
  • costituzione di raggruppamenti di imprese per i lavori più importanti, con relativa divisione orizzontale e non verticale del lavoro
  • Responsabilità solidale del responsabile della sicurezza e della ditta appaltante per tutte le attività svolte nel cantiere
  • Abolizione della norme delle gare a massimo ribasso in cui chi vince per rientrare deve o barare sulle variazioni in corso d’opera o speculare al massimo sul costo del lavoro e dei materiali

Sono norme che non costerebbero nulla e che assicurerebbero una maggiore legalità e dignità per chi lavora nei cantieri

di Angelo Gazzaniga

Articolo precedente
Articolo successivo
wp_user_avatar
Angelo Gazzaniga
Presidente del Comitato Esecutivo di Libertates. Imprenditore nel campo della stampa e dell’editoria. Da sempre liberale, in lotta per la libertà e contro ogni totalitarismo e integralismo.

Share post:

Iscriviti alla nostra newsletter

Recenti

Ti potrebbe interessare anche...
Libertates

MA ESISTE UN MINISTERO DELL’ISTRUZIONE?

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito ha giustificato l’italiano sgrammaticato del comunicato emesso in occasione della polemica sul Ramadan nella scuola di Pioltello con il fatto che lo ha dettato al telefono.... di Guidoriccio da Fogliano

HISTORIA MAGISTRA VITAE?

Non si direbbe. Salvini ha dichiarato solennemente “il popolo che vota ha sempre ragione”.... di Guidoriccio da Fogliano

Giusta la legge contro il sovraindebitamento, ma…

Un imprenditore di Imperia, attualmente disoccupato, si è visto recapitare un’ingiunzione di pagamento di 11 milioni di euro per tasse inevase da un’impresa edile di aveva delle quote... di Angelo Gazzaniga

Ferragni: quando si “scoperchia il vaso di pandoro…”

Si potrebbe intitolare in questo modo la vicenda di questi giorni, quando si scopre che un influencer guadagna centinaia di migliaia di euro per “consigliare” un dolce che... di Guidoriccio da Fogliano