Godi Fiorenza

Sai la maestra a me che m’ha ‘mparato?
Che due più due fanno sempre quattro,
Li numeri nun hanno mai ‘mbrojato
a meno che chi conta nun sia matto!

Ssi metti insieme ‘na lista dei casini
che so’ successi ne’ paraggi fiorentini
cominci oggi e finisci che è domani:
nun basteno a contà li diti de ‘e mani.

Volemo inizià magara da Pacciani,
o da Licio Gelli co’ ‘a loggia segreta
che der neofascismo era apologeta?
Nun so’ già questi fatti molto strani?

Come ‘sta storiaccia dell’Etruria Banca
co’ i ladri che la stanno a fare franca:
nun puzza de bruciato già da ‘n miglio
er fumo der cerchio magico der Giglio?

Aggiungi pure ‘a bomba su quer treno
dell’Italicus e quell’artra ai Georgofili
che fecero le stragi nere, e poi vedemo
ssi nun c’è quarcuno che stà a tirà li fili.

Mo’ ce se mettono puro li Carabbinieri
ad annà ‘n giro ad abusà de li stranieri,
ad esporre ‘n caserma simboli nazzisti:
ahò, so’ casi isolati o c’hanno più registi?

Io nun so più cosa pensà e dichi solo
anche a costo de passà pe’ ‘n forcaiolo
che bisogna fà come fà quer boscaiolo
coll’arbero malato da abbatte ar suolo.

Ssi poi quarcuno penza sia eccessivo
je devo aricordà che puro l’Alighiero
ar tempo suo co’ Fiorenza fu cattivo
e co’ du’ terzine je fece er culo nero.

di Enrico Bernard

Sull'Autore

Avatar

Libertates è un blog di cultura liberale e democratica, valori nei quali crediamo ed intendiamo promuoverli nella società civile.

Post correlati