Gli insulti alla Boldrini


L’ultima pasquinata di Enrico Bernard sulla Boldrini

’A Boldrí, madatte’na carmata, lassastá
chit’ensulta e spernacchia senza civiltá:
se continui a dajeretta, ’o saicomefinirá?
Che diventi zimbella dell’intera comunitá!

Fai come ha fatto quer simpaticon de Totti
Ch’ ha seguito l’esempio de Giulio Andreotti:
Ssi piji d’aceto pe’ gli sfottó e veleni galeotti
Carichi mulini a vento come i donchisciotti.

Nun te curar de loro, ma guarda e passa,
ssi quarcuno cortuo nome se la spassa,
fá finta de nun sentí che l’ironia é bassa
com’er livello de sta societá che collassa.

Fossi in te io sbrojerebbe ’sta matassa
Senza fa tanto rumore co’ ’a grancassa:
Metteje sur groppone n’antra bella tassa
E vedrai che de fa de ’o spirito je passa.

Enrico Bernard

Sull'Autore

Avatar

Libertates è un blog di cultura liberale e democratica, valori nei quali crediamo ed intendiamo promuoverli nella società civile.

Post correlati