Er Natale seconno Pasquino


A Natale semo tutti ‘n po’ più bboni,
Li politici smetteno d’esse dei cialtroni,
‘A Lega restituisce addirittura li mijoni
Ch’aveveno fatto sparì come li ladroni.

Renzi nun fà più a corte a Berlusconi,
Pure i Cinquestelle evitano li balconi
Pe’ nun esse scambiati pe’ buffoni,
E più nun parla da fascista ‘a Meloni!

Er Presidente fa pure ‘n discorsetto
A San Silvestro, chi l’avesse detto!,
Che fa pensà: anvedi che nonnetto,
Pare Pertini, altro che vecchietto!

Poi però ‘a festa finisce a la Befana.
‘A politica torna a esse ‘na puttana,
se rimette ‘n movimento ‘a carovana
di furbi, paraculi e dei voltagabbana.

Ssi cercate ‘no straccio de morale
In questa semplice rimetta de Natale,
C’è ‘a potete trová, nun è speciale:
Dopo er Vejone c’è se sveja male!

di Enrico Bernard

Sull'Autore

Avatar

Libertates è un blog di cultura liberale e democratica, valori nei quali crediamo ed intendiamo promuoverli nella società civile.

Post correlati