Bergoglio tra perdoni e amnistie. Ma la democrazia è un’altra cosa

Data:

vergani
Per la Chiesa esiste il perdono, per lo Stato la libertà e il benessere dei cittadini: una differenza da tener sempre ben presente

Aborto, carcerati, lefebvriani. La “grande amnistia” invocata da Papa Francesco per il Giubileo è tanto forte per autorevolezza morale quanto potenzialmente per così dire“eccessiva” perché mette insieme ambiti molto distanti tra loro.
A parificare concettualmente, quasi azzerandoli, tali ambiti è lo strumento del perdono. Questioni relative alla fede e alla storia della Chiesa, come quella del movimento fondato da Marcel Lefebvre, si mischiano con altreche riguarderebbero la coscienza individuale (aborto) e un’entità politica come lo Stato (amnistia).
Un Parlamento realizza l’amnistia per ragioni intrinseche di tale strumento, su iniziativa dei parlamentari che decidono secondo la loro coscienza e le loro idee. Secondo coscienza e propri convincimenti dovrebbe decidere una donna contro o per l’aborto.
Nessuno mette in dubbio la separazione tra Stato e Chiesa, ma il rischio è che l’opinione pubblica pensi che le leggi che regolano l’aborto e l’amnistia possano essere fondate, invece che su principi di libertà, benessere e sicurezza dei cittadini, funzionamento dello Stato, sul concetto di perdono–necessariamente “cattolico” in un paese come l’Italia – come accadrebbe per l’indulgenza ai lefebvriani.
Il perdono può essere confuso col sacramento cattolico della confessione, che presuppone una figura terza, il prete, che fa da mediatore tra l’uomo e Dio. Il che, e si accolga il volo pindarico, è concettualmente in contrasto col principio di responsabilità del singolo che alla base della democrazia.

Ernesto Vergani

wp_user_avatar
Libertateshttps://www.libertates.com
Libertates è un blog di cultura liberale e democratica, valori nei quali crediamo ed intendiamo promuoverli nella società civile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Share post:

Iscriviti alla nostra newsletter

Recenti

Ti potrebbe interessare anche...
Libertates

DUE ITALIANI VERI

Spesso le piccole cose danno uno spaccato illuminante su certi modi di essere. Eccone due... di Guidoriccio da Fogliano

MA ESISTE UN MINISTERO DELL’ISTRUZIONE?

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito ha giustificato l’italiano sgrammaticato del comunicato emesso in occasione della polemica sul Ramadan nella scuola di Pioltello con il fatto che lo ha dettato al telefono.... di Guidoriccio da Fogliano

HISTORIA MAGISTRA VITAE?

Non si direbbe. Salvini ha dichiarato solennemente “il popolo che vota ha sempre ragione”.... di Guidoriccio da Fogliano

Giusta la legge contro il sovraindebitamento, ma…

Un imprenditore di Imperia, attualmente disoccupato, si è visto recapitare un’ingiunzione di pagamento di 11 milioni di euro per tasse inevase da un’impresa edile di aveva delle quote... di Angelo Gazzaniga