Reddito di cittadinanza: ingiustizia di Stato?

Data:


Secondo gli ultimi dati (citati dalla Gabanelli) il 36% dei beneficiari del Reddito di Cittadinanza non è un povero assoluto, mentre il 56% dei veri indigenti non riceve nulla; inoltre la ricerca di un nuovo lavoro si è risolta in un fiasco colossale.
Questo si poteva prevedere sin da subito che:

  • la soglia per l’ottenimento del contributo uguale per tutta Italia ha provocato scompensi facilmente prevedibili (per esempio, un milanese con un reddito di poco superiore al limite non ottiene nulla ma non riesce a vivere in una città come Milano, diversamente da quanto succede in tanti paesi del Sud ove il reddito è inferiore ma il costo della vita è sensibilmente minore).
  • la fretta di assegnare comunque il reddito ha fatto si che i controlli si potessero fare solo a posteriori e ben si sa quanto sia difficile tutto questo in un paese come il nostro
  • Affidare il collocamento a un’agenzia improvvisata con un capo altrettanto improvvisato senza alcun collegamento con le Regioni e con le imprese. Risultato: pochissime assunzioni e nessuna sospensione del contributo per chi avesse rifiutato tre volte un lavoro consono.

Un’ulteriore prova che leggi e provvedimenti devono essere fatti in modo serio e ponderato, prevedendo correttivi in corsa e non per ottenere risultati mediatici o elettorali.
Altrimenti quella che è una misura di civiltà e una delle basi di uno Stato attento ai bisogni dei propri cittadini diventa una misura discriminatoria verso i più poveri e un favoritismo verso chi povero proprio non è.

di Angelo Gazzaniga

Articolo precedente
Articolo successivo
wp_user_avatar
Angelo Gazzaniga
Presidente del Comitato Esecutivo di Libertates. Imprenditore nel campo della stampa e dell’editoria. Da sempre liberale, in lotta per la libertà e contro ogni totalitarismo e integralismo.

Share post:

Iscriviti alla nostra newsletter

Recenti

Ti potrebbe interessare anche...
Libertates

DUE ITALIANI VERI

Spesso le piccole cose danno uno spaccato illuminante su certi modi di essere. Eccone due... di Guidoriccio da Fogliano

MA ESISTE UN MINISTERO DELL’ISTRUZIONE?

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito ha giustificato l’italiano sgrammaticato del comunicato emesso in occasione della polemica sul Ramadan nella scuola di Pioltello con il fatto che lo ha dettato al telefono.... di Guidoriccio da Fogliano

HISTORIA MAGISTRA VITAE?

Non si direbbe. Salvini ha dichiarato solennemente “il popolo che vota ha sempre ragione”.... di Guidoriccio da Fogliano

Giusta la legge contro il sovraindebitamento, ma…

Un imprenditore di Imperia, attualmente disoccupato, si è visto recapitare un’ingiunzione di pagamento di 11 milioni di euro per tasse inevase da un’impresa edile di aveva delle quote... di Angelo Gazzaniga