Recensione di Dario Antiseri sul libro di Giuseppe Brescia, “Forme della vita e modi della complessità”


A detta di Dario Antiseri, il libro di Giuseppe Brescia, “Forme della vita e modi della complessità” (LibertatesLibri, Milano 2020, pp. 180), dedicato a Luciano Pellicani (Ruvo di Puglia 1940-Roma 2020), è un libro “complesso” sulla “complessità”: Vi si ritrova l’universo mondo, dagli studi sul vitale e la Filosofia della storia, alle letture dei Codici vichiani per la teoria omerica e l’ermeneutica filosofica, ai rapporti tra Giustizia e Libertà che procedono da Benjamin Constant a Max Ascoli e la filosofia del diritto, da Croce Leonetti e i socialisti andriesi a Luciano Pellicani oltre il potere, e infine da Max Weber e i quattro sensi dell’agire sociale a Vico. Si tratta di un lavoro profondo e ricco di infinite suggestioni interdisciplinari epistemologiche ed etico-politiche, che si raccomanda in un mondo incline alla semplificazione degli schieramenti e delle ideologie”.

Sull'Autore

Avatar

Libertates è un blog di cultura liberale e democratica, valori nei quali crediamo ed intendiamo promuoverli nella società civile.

Post correlati