Il bello della politica, parola di Siri


Ci sono cose che nessun cittadino potrebbe fare…

Uno di noi, un cittadino qualsiasi che ha sempre pagato le tasse, si è sempre comportato correttamente, trova la casa che aveva sempre sognato: ma costa 800.000 euro. Nessun problema: va in banca, chiede un mutuo ventennale di 900.000 euro (non si sa mai, qualche imprevisto, qualche spesa inattesa…), non dà nessuna garanzia, non accetta nessuna ipoteca sull’immobile che va a comprare, paga un interesse passivo a tasso fisso del 2,12% (per tutti i vent’anni!) e alla fine intesta l’immobile alla moglie a cui tanto piaceva…
Un sogno, certamente, perché se andasse davvero in banca scoprirebbe quello che ogni banca chiede a ognuno di noi: dare una garanzia, dare un’ipoteca sull’immobile, ottenere un finanziamento del 60/70% del valore, pagare un tasso variabile ecc. ecc.
Ma, c’è un ma! Non sarebbe un sogno se fosse un politico, o meglio un sottosegretario, perché è proprio quello che ha ottenuto il sottosegretario Siri da una banca di San Marino.
E poi dicono che fare il politico non è bello!
È solo un piccolo esempio dei costi che una classe politica smisurata, interessata solamente ai propri interessi personali scarica su tutti i cittadini

di Angelo Gazzaniga

Sull'Autore

Angelo Gazzaniga

Presidente del Comitato Esecutivo di Libertates. Imprenditore nel campo della stampa e dell’editoria. Da sempre liberale, in lotta per la libertà e contro ogni totalitarismo e integralismo.

Post correlati