Riforme annunciate, riforme mancate!

Data:

angelo
Ecco alcuni esempi (piccoli e grandi) di riforme “all’italiana”.

  • soppressione delle provincie: si farà entro quest’anno ma… Rimarranno ancora almeno nominalmente, senza funzioni: un bell’inizio per un Paese che attende ancora la definitiva chiusura del Ministero delle Colonie!
  • l’abolizione (o meglio la riforma) del finanziamento pubblico dei partiti: si farà nel 2015: quando ci saranno le elezioni e quindi si dovrà ricominciare tutto da capo!
  • la privatizzazione di Trenitalia: Moretti ha dichiarato che è un’ottima cosa, ma da affrontare per gradi…

Il problema è sempre lo stesso: pretendere di fare riforme importanti con il consenso di tutti. Fare riforme significa in primis andare a toccare rendite di posizione, monopoli od oligopoli, interessi (più o meno leciti) stratificati nel tempo. E pretendere che i titolari di questi interessi vi rinuncino “per il bene della Patria” (come si diceva una volta) è pura illusione: sarebbe come sottrarre la ciotola al cane e pretendere che ci faccia festa…
Cercare di evitare tutto ciò accontentando tutti porta a continui compromessi al ribasso, nel tempo e nella sostanza; a soluzioni sempre più complesse, farraginose e complicate che finiscono per essere poco comprensibili e, alla fine, facilmente contestabili da chi vuole opporsi.
Leggi semplici, chiare, comprensibili da tutti sono, come sostengono da sempre i Comitati, una caratteristica fondamentale di una democrazia diretta, trasparente e ben accetta, alla fin fine da tutti

Angelo Gazzaniga

wp_user_avatar
Angelo Gazzaniga
Presidente del Comitato Esecutivo di Libertates. Imprenditore nel campo della stampa e dell’editoria. Da sempre liberale, in lotta per la libertà e contro ogni totalitarismo e integralismo.

Share post:

Iscriviti alla nostra newsletter

Recenti

Ti potrebbe interessare anche...
Libertates

DUE ITALIANI VERI

Spesso le piccole cose danno uno spaccato illuminante su certi modi di essere. Eccone due... di Guidoriccio da Fogliano

MA ESISTE UN MINISTERO DELL’ISTRUZIONE?

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito ha giustificato l’italiano sgrammaticato del comunicato emesso in occasione della polemica sul Ramadan nella scuola di Pioltello con il fatto che lo ha dettato al telefono.... di Guidoriccio da Fogliano

HISTORIA MAGISTRA VITAE?

Non si direbbe. Salvini ha dichiarato solennemente “il popolo che vota ha sempre ragione”.... di Guidoriccio da Fogliano

Giusta la legge contro il sovraindebitamento, ma…

Un imprenditore di Imperia, attualmente disoccupato, si è visto recapitare un’ingiunzione di pagamento di 11 milioni di euro per tasse inevase da un’impresa edile di aveva delle quote... di Angelo Gazzaniga