I pizzini di … Di Maio

Data:


Dalle promesse elettorali ai fatti concreti il passo è molto lungo…

La sera dell’ultimo (grande) comizio tenuto a Piazza del Popolo dai 5Stelle Di Maio ha sfoderato un foglietto in cui stavano scritti i primi provvedimenti che il governo 5Stelle avrebbe preso. “Bastano i primi venti minuti del primo Consiglio dei Ministri” aveva affermato Di Maio tra le ovazioni e le grida “onestà, onestà” dei presenti.
Orbene, dopo tre mesi di governo, di quelle prime, fondamentali (per Di Maio) promesse cos’è rimasto?

  • prima promessa: dimezziamo gli stipendi dei parlamentari! A tutt’oggi i parlamentari continuano a percepire la scandalosa (per i 5Stelle) cifra di 13939 euro al mese. Per la precisione: 5346 netti di stipendio + 3503 di diaria + 3690 di “spese di mandato” + 1400 per telefoni e trasporti. Tutto esattamente come prima
  • seconda promessa: togliamo i vitalizi ai politici! Scoperto che non era possibile toglierli, sono stati ricalcolati con una delibera contestatissima e ad altissimo rischio di annullamento solo per gli ex deputati e non per gli ex senatori.
  • tagliamo 30 miliardi di sprechi per darli alle famiglie a chi ha bisogno! A tutt’oggi di una qualsiasi spending review non è rimasta alcuna traccia non dico nei fatti, ma neppure nei programmi del governo; le riforme verranno fatte tutte a debito, esattamente come in tutti i precedenti governi.

Una prova ulteriore che tra il dire e il fare… c’è la differenza tra un politico e uno statista. L’uno si preoccupa di conquistare voti e si rivolge alla sua parte politica, l’altro di governare un paese coinvolgendo tutti i cittadini.

È un passaggio essenziale per ogni uomo politico che deve non solo presentare progetti e programmi, ma anche portarli a compimento

di Angelo Gazzaniga

wp_user_avatar
Angelo Gazzaniga
Presidente del Comitato Esecutivo di Libertates. Imprenditore nel campo della stampa e dell’editoria. Da sempre liberale, in lotta per la libertà e contro ogni totalitarismo e integralismo.

Share post:

Iscriviti alla nostra newsletter

Recenti

Ti potrebbe interessare anche...
Libertates

DUE ITALIANI VERI

Spesso le piccole cose danno uno spaccato illuminante su certi modi di essere. Eccone due... di Guidoriccio da Fogliano

MA ESISTE UN MINISTERO DELL’ISTRUZIONE?

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito ha giustificato l’italiano sgrammaticato del comunicato emesso in occasione della polemica sul Ramadan nella scuola di Pioltello con il fatto che lo ha dettato al telefono.... di Guidoriccio da Fogliano

HISTORIA MAGISTRA VITAE?

Non si direbbe. Salvini ha dichiarato solennemente “il popolo che vota ha sempre ragione”.... di Guidoriccio da Fogliano

Giusta la legge contro il sovraindebitamento, ma…

Un imprenditore di Imperia, attualmente disoccupato, si è visto recapitare un’ingiunzione di pagamento di 11 milioni di euro per tasse inevase da un’impresa edile di aveva delle quote... di Angelo Gazzaniga