ALITALIA UNO, DUE, TRE

Data:


Ogni tanto val la pena soffermarsi su situazioni che, se non fossero tragiche per le nostre tasche, sarebbero quasi comiche.

Una di queste è la situazione di Alitalia: di Alitalia (compagnia ormai decotta che, in qualsiasi altro Paese, sarebbe ormai chiusa) ce ne sono addirittura due.
Infatti all’Alitalia che è andata da pochi mesi in amministrazione straordinaria (eufemismo per dire che è in situazione fallimentare e non è in grado di continuare da sola) si affianca un’altra Alitalia in amministrazione straordinaria da ben 12 anni.
Si tratta dell’Alitalia nata dal primo fallimento di 12 anni fa che è rimasta sulla breccia per chiudere le ultime pendenze. A tutt’oggi è praticamente una sinecura per amministratori, consulenti, esperti e intermediari vari: solo tra gennaio e giugno 2019 se ne sono andati 946.000 euro in spese legali e consulenze (quindi circa 2 milioni l’anno!). in compenso restano ancora aperte 7 filiali in Paesi in cui Alitalia non fa più scalo (Nigeria e Venezuela, per esempio); restano gli immobili che, in apparenza, nessuno vuole e soprattutto resta un immenso contenzioso: 107 cause revocatorie più le pendenze con il personale.
Gli stessi commissari della prima Alitalia in amministrazione straordinaria dichiarano (dopo 12 anni!) che la data per la chiusura della ditta è “non stimabile”!
Per il futuro l’Italia sarà l’unico Paese al mondo con 3 compagnie di bandiera in perdita (la prima e la seconda Alitalia in amministrazione controllata e l’attuale da vendere a chissà chi): auguri a tutti noi che continueremo a pagare profumatamente tutta una struttura di consulenti, esperti, ecc. ecc. … e a viaggiare con Ryanair e Easyjet.

di Angelo Gazzaniga

wp_user_avatar
Angelo Gazzaniga
Presidente del Comitato Esecutivo di Libertates. Imprenditore nel campo della stampa e dell’editoria. Da sempre liberale, in lotta per la libertà e contro ogni totalitarismo e integralismo.

Share post:

Iscriviti alla nostra newsletter

Recenti

Ti potrebbe interessare anche...
Libertates

MA ESISTE UN MINISTERO DELL’ISTRUZIONE?

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito ha giustificato l’italiano sgrammaticato del comunicato emesso in occasione della polemica sul Ramadan nella scuola di Pioltello con il fatto che lo ha dettato al telefono.... di Guidoriccio da Fogliano

HISTORIA MAGISTRA VITAE?

Non si direbbe. Salvini ha dichiarato solennemente “il popolo che vota ha sempre ragione”.... di Guidoriccio da Fogliano

Giusta la legge contro il sovraindebitamento, ma…

Un imprenditore di Imperia, attualmente disoccupato, si è visto recapitare un’ingiunzione di pagamento di 11 milioni di euro per tasse inevase da un’impresa edile di aveva delle quote... di Angelo Gazzaniga

Ferragni: quando si “scoperchia il vaso di pandoro…”

Si potrebbe intitolare in questo modo la vicenda di questi giorni, quando si scopre che un influencer guadagna centinaia di migliaia di euro per “consigliare” un dolce che... di Guidoriccio da Fogliano