Per la prima volta il Bitcoin vale più di un’oncia oro

Il Bitcoin, la criptovaluta che dal 2009 viene scambiata online e che non ha una banca centrale alle spalle, sui mercati internazionali vale più di un’oncia di oro. Il 2 marzo è stato scambiato a 1.268 dollari, contro i 1,233 dollari necessari per aquistare un’oncia di metallo giallo.

Che cosa è il Bitcoin

Il Bitcoin è una forma di pagamento online, anonima, diffusa soprattuto in Cina, attraverso piattaforme specializzate. Tra quelle più note ci sono Btcc, la più grande della Cina, con sede a Shanghai e Huobi e OkCoin, che hanno la sede principale a Pechino. La recente ascesa del valore del Bitcoin è legata all’aumento della domanda in Cina, dove gli investitori li comprano per eludere i nuovi limiti ai movimenti di capitali all’estero. La banca centrale cinese, preoccupata della forte volatilità del Bitcoin, dopo le elezioni Usa era a 777 dollari, ha recentemente lanciato un’indagine sulle piattaforme cinesi di trading, ma questo ha solo temporaneamente fatto scendere il valore del Bitcoin.

I pagamenti in Bitcoin, come tutti i pagamenti digitalizzati, avvengono spesso su soluzioni basate sul blockchain, una tecnologia che consente il passaggio di informazioni da un punto ad un altro di una rete di computer, in massima trasparenza e sicurezza. Molti considerano il blockchain il futuro delle transazioni finanziarie dei singoli, ma anche dei grandi istituti finanziari, insieme alla firma elettronica, alle soluzioni per difendersi da attacchi informatici e alle nuove tecnologie di contabilità.

Agi.it

Sull'Autore

Gilbert du Motier de La Fayette

Liberale fedele ai grandi ideali, rivoluzionario a riposo ma sempre pronto a scendere in battaglia in nome della democrazia e della libertà. Chissà chi è in realtà il marchese La Fayette.

Post correlati