Formigoni, il governatore che diventerà stilista

In un delirio di creatività artistica, e forse non solo, il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni si è confessato ai giornalisti definendosi “un creativo, dall’età di 5 anni”. Per ‘mettersi a nudo’ il governatore ha approfittato della la premiazione del ‘Forconcorso’ nel suo studio al 35esimo piano di Palazzo Lombardia. Formigoni ha premiato Francesco, giovane ingegnere siciliano, con un ‘Formaglione’ nero con alcuni disegni bianchi, per essere stato il suo follower numero 40mila su Twitter. L’altra premiata è stata Barbara, una collegata via Skype dall’Abruzzo con lo studio del presidente. A lei Formigoni ha regalato la ‘Forsciarpa’, rigorosamente celeste. Barbara gli ha chiesto perché non si dimettesse e poi ha aggiunto: “Sono psicologa, certi meccanismi si chiamano resistenza. Qual è la tua resistenza, qual è il blocco psicologico che ti impedisce di lasciare lo scranno?”. Formigoni ha replicato: “Non c’è un blocco psicologico, io non occupo lo scranno. Sono presidente della Regione perché sono stato eletto dal popolo”. Il presidente ha poi concluso la premiazione regalando una Formaglietta ai giornalisti presenti e annunciando un nuovo concorso: il follower Twitter numero 80mila del governatore vincera’ la Forgiacca, ossia la famosa giacca arancione. “E’ nuova – ha detto Formigoni – l’ho indossata solo 2 volte, anche se avete visto migliaia di foto”.

A margine della premiazione, poi, il governatore ha tracciato un suo ritratto a tutto tondo: Formigoni “è un creativo. E’ quello che ha inventato la giacca arancione, che ha inventato questo Palazzo straordinario, che ha celebrato la bellezza nella politica “. Insomma, continua, “sono il contrario dello stereotipo del politico sempre vestito di grigio. Io dico che la politica, come la vita, deve essere intrisa di serietà e di impegno nel fare le cose, e voi sapete che lavoro dalle 12 alle 14 ore al giorno, ma deve anche essere aperta alla bellezza e alla creatività”. Per esempio “gli stilisti milanesi li amo alla follia e molti di loro, non tutti, mi amano alla follia”.

In futuro, poi, potremmo trovarci davanti un Formigoni stilista: “Beh io ho già creato altri capi di abbigliamento. Può essere che prosegua. Vediamo il successo che avrà il Formaglione, poi magari diventerà un’attività imprenditoriale”. Il governatore, quindi, rivela: “Sono così da 60 anni, dall’eta’ di 5 anni. Prima lo facevo in privato, perché ho dovuto farmi apprezzare dai lombardi e dagli italiani per l’eccellenza del governo. Poi ho ritenuto di mettere fuori anche questa vena creativa. Credo che la giacca arancione sia stata l’inizio. Le camicie che vi piacciono tanto le indosso durante le vacanze. Il messaggio è che si può lavorare molto seriamente anche senza prendersi troppo sul serio. Alla fine è una forma di autoironia”. La sera “quando finisco di fare il presidente della Regione, o mi metto a twittare oppure vado a sciacquarmi il cervello davanti alla tv, ma i dibattiti non li vedo mai, o guardo un film o una partita”.
Dopo un’ora abbondante di premiazione si fa tardi e il presidente saluta tutti: “Arrivederci. Adesso devo dedicarmi al mio Forpranzo. Mi portano 50 grammi di pasta integrale al pomodoro, una marmitta di insalata e pomodori e un panino. Questo è il mio Forpasto che di solito faccio alle 13,30 in sette minuti mentre guardo il Tg1”.

Flavio Stilicone

Sull'Autore

Flavio Stilicone

Flavio Stilicone, il generale romano che puo' essere considerato a tutti gli effetti l'ultimo baluardo della civilta' contro i barbari invasori. Per questo un esperto cronista toscano lo ha scelto come pseudonimo per denunciare la decadenza morale e civile che l'Italia sta vivendo, esattamente come al tempo delle invasioni barbariche.

Post correlati